Autore Topic: Novità nello streaming video: Apple TV+ e Disney+  (Letto 2662 volte)

Offline Presidente

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 8503
  • Sesso: Maschio
  • Dalla morte...vedete di farvi trovare vivi.
Re: Netflix in Italia ad ottobre
« Risposta #30 il: Novembre 06, 2015, 14:54:09 »
Ok, ho letto cmq che il vecchio non fa prenotare stranieri a meno che non abbiano una guida del posto siccome non sanno un cazzo di inglese

Ah io mando Akemi a prenotare cazzomene?  8)

Offline Seph

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 11074
  • Sesso: Maschio
Re: Netflix in Italia ad ottobre
« Risposta #31 il: Novembre 06, 2015, 14:54:45 »
Lol

Offline Qui-Gon Chris

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 11069
  • Sesso: Maschio
  • Really, Rey? REALLY?
Re: Netflix in Italia ad ottobre
« Risposta #32 il: Novembre 06, 2015, 15:07:17 »
Sì ma poi quando lui si accorge che sei un gaijin negro (se sei appena tornato dal messico) e non sai parlare giapponese, ti decapita con una katana...
If the only thing keeping a person decent is the expectation of divine reward then, brother, that person is a piece of shit. And I’d like to get as many of them out in the open as possible. You gotta get together and tell yourself stories that violate every law of the universe just to get through the goddamn day? What’s that say about your reality?

Offline Presidente

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 8503
  • Sesso: Maschio
  • Dalla morte...vedete di farvi trovare vivi.
Re: Netflix in Italia ad ottobre
« Risposta #33 il: Novembre 06, 2015, 15:46:36 »
Sì ma poi quando lui si accorge che sei un gaijin negro (se sei appena tornato dal messico) e non sai parlare giapponese, ti decapita con una katana...

Seh, quando vede capisco i numeri e i soldi giapponesi vedi che mi strofina pure lo sgabello...


Offline Master

  • Global Moderator
  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 6437
  • Sesso: Maschio
Re: Netflix in Italia ad ottobre
« Risposta #34 il: Dicembre 03, 2015, 17:48:06 »
Tiro su il topic per discutere del primo mese post Netflix.
Premettendo che al costo di 3 euro al mese, la sola Jessica Jones vale la spesa, non sono molto soddisfatto del catalogo. Il servizio, invece, spacca i culi.
Fortunatamente con un plugin chrome (free) si switcha facile al catalogo USA che è tipo 50 volte quello ITA.

E voi? Come lo state trovando Netflix?

Offline ronny84

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 1217
  • Sesso: Maschio
  • WHY SO SERIOUS?
Re: Netflix in Italia ad ottobre
« Risposta #35 il: Dicembre 21, 2015, 14:41:01 »
Nel mese di Dicembre il catalogo di Netflix è stato abbastanza rimpolpato per la parte film con 97 nuovi titoli per un totale (ad oggi) di 711.

Io per 3¤ al mese sono soddisfattissimo, qualità del servizio strepitosa ed un catalogo sicuramente più povero di altre piattaforme (anche se siamo quasi ai 1000 film di on demand) ma molto più interessante ed attuale.  :D

Offline GlicineDelCosmo

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 6185
  • Sesso: Femmina
  • nubi di ieri sul nostro domani odierno
Re: Netflix in Italia ad ottobre
« Risposta #36 il: Gennaio 18, 2016, 13:32:40 »
ce l'ho da ieri, ho iniziato a guardare Narcos ed è fighissimo.
Ieri sera ho visto anche un bel film indipendente di Ken Loach, mi pare un ottimo servizio, speriamo continui così!
TUO PADRE è un astronauta

Offline Seph

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 11074
  • Sesso: Maschio
Re:Netflix in Italia ad ottobre
« Risposta #37 il: Luglio 18, 2017, 12:33:37 »
Netflix supera i 100 MILIONI di abbonati, Fatturato in crescita del 32%



"Supera i 100 milioni di abbonati demolendo ogni previsione e segna un fatturato in crescita del 32,3% rispetto al secondo trimestre del 2016: stiamo parlando di Netflix, che nel corso della serata di ieri ha presentato i risultati di un robustissimo secondo quarto fiscale 2017.

Nel periodo in esame la società è riuscita a guadagnare bem 5,2 milioni di nuovi abbonati. 1,07 milioni sono i nuovi abbonati negli USA e 4,1 milioni sono quelli catturati nel resto del mondo. Lo scorso trimestre Netflix aveva previsto 600 mila nuovi utenti per il mercato USA (631 mila le stime degli analisti) e 2,6 milioni per quanto riguarda il mercato internazionale.

Netflix arriva così ad una base globale di quasi 104 milioni di abbonati, dove il pubblico internazionale pesa, seppur di poco, più di quello del mercato USA: 52 milioni contro 51,9 milioni. Numeri che rappresentano traguardi storici per l'azienda e che hanno permesso nel periodo in esame di registrare un fatturato di 2,79 miliardi di dollari per un utile netto per azione di 15 centesimi.

Il momento positivo per la società, non solo per quanto riguarda giro d'affari e volume di pubblico, è confermato anche dalle 91 nomination agli Emmy per 27 produzioni originali Netflix ricevute la scorsa settimana dalla Television Academy.

Guardando al terzo trimestre la società prevede di poter aggiungere 750 mila nuovi abbonati sul mercato USA e 3,65 milioni di abbonati internazionali, oltre ad un fatturato di 2,97 miliardi di dollari."

Offline Seph

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 11074
  • Sesso: Maschio
Re:Il topic di Netflix
« Risposta #38 il: Luglio 04, 2018, 15:56:00 »
netflix rimodula:


"Netflix è in procinto di aggiungere un nuovo piano d'abbonamento più costoso del Premium. Fino ad oggi l'offerta del servizio di streaming è stata suddivisa in tre piani: Base, Standard con contenuti in Full HD per due dispositivi in contemporanea, Premium con contenuti in Ultra HD per fino ad un massimo di quattro dispositivi. A questi si aggiunge Ultra, il più costoso, che intende rendere esclusiva la riproduzione di contenuti in HDR e audio in HD, per un massimo di quattro device.

Al momento in cui scriviamo la funzionalità è in fase di test, e proprio per questo motivo i prezzi potrebbero non essere gli stessi su due client differenti. C'è chi può abilitare l'offerta al costo di 16,99€ mensili, quindi 3€ in più rispetto al Premium, mentre i meno fortunati (fra cui noi) possono attivarla ad un prezzo di 19,99€ mensili. Il piano Ultra offre tutto quello che troviamo nel Premium, con in più l'attivazione dell'Elevata gamma dinamica (HDR), che potrebbe diventare quindi esclusiva del piano d'abbonamento più costoso.

È probabile che Netflix limiterà a due i dispositivi contemporanei su cui sarà possibile sfruttare il piano Premium, in modo da rendere più appetibile il nuovo Ultra. È inoltre da segnalare che per godere di quest'ultimo, e quindi di contenuti in HDR con audio HD alla qualità massima, è necessario disporre di una connessione capace di trasferire dati in download in maniera continuativa a 25 Mbps.

Insomma, è tutto parecchio fumoso, e c'è anche la possibilità che il piano Standard venga ristretto ad un solo dispositivo in contemporanea (oggi permette di farlo con due device)."


Offline Master

  • Global Moderator
  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 6437
  • Sesso: Maschio
Re:Il topic di Netflix
« Risposta #39 il: Luglio 04, 2018, 19:07:30 »
Mi sembra una gran cazzata e dubito che lo faranno - mi riferisco alla riduzione dei device.

Offline Seph

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 11074
  • Sesso: Maschio
Re:Il topic di Netflix
« Risposta #40 il: Novembre 29, 2018, 15:55:05 »
Ormai è guerra aperta.
Tutti hanno capito molto chiaramente che i servizi di distribuzione in streaming sono la nuova era dell'audiovisivo.



YouTube lancia la sfida a Netflix ma anche a Disney, in arrivo il prossimo anno con il suo servizio di streaming. Google sembra sempre più intenzionata a rivedere il suo progetto di trasmissione dei video online andando ad arricchire quello che risulta un monopolio per Netflix: la visione di film e serie TV originali. Per farlo però ha intenzione a partire dal 2020 di introdurre sul mercato una nuova piattaforma denominata "Originals" capace di far vedere contenuti premium in modo gratuito con l'aggiunta di qualche pubblicità.

Una strategia che al momento nessuno dei servizi in streaming ha adottato. Tutti hanno sempre pensato di far pagare un corrispettivo mensile o annuale che permettesse di visionare tutto il catalogo senza alcuna restrizione e senza alcuna pubblicità. Il futuro, secondo Google sembra ben altro e la strategia dell'azienda passa proprio per gli ads lasciando i contenuti alla mercé di tutti.

YouTube Originals: cosa farà di diverso
In base alla nuova strategia pronta ad essere applicata da Youtube, con Originals, gli utenti potranno accedere in modo completamente gratuito ai contenuti oggi utilizzabili solo da chi ha sottoscritto un abbonamento YouTube Premium e dunque pagando gli 11,99 € al mese anche in Italia. In futuro dunque film e serie TV originali potranno essere visionate anche senza la sottoscrizione del mensile purché si accetti la visione anche della pubblicità.

Il vantaggio per gli utenti che pagheranno la sottoscrizione però sarà quella di non avere alcun tipo di pubblicità durante la visione dei contenuti e soprattutto avranno alcune "chicche" come la possibilità di vedere in anteprima i video o magari anche di poter visionare backstage o contenuti esclusivi. Oltretutto gli utenti che continueranno a pagare potranno avere anche l'accesso a YouTube Music a differenza degli altri utenti Free.

La novità arriverà però nel 2020 e riguarderanno tutti contenuti nuovi mai usciti prima d'ora sulla piattaforma. L'obiettivo è palese ossia soddisfare la richiesta degli utenti con contenuti completamente nuovi, originali e soprattutto di interesse per tutti. Per YouTube è poi chiara anche la volontà di creare interesse per gli investitori e per gli inserzionisti in modo tale da proporre all'utenza contenuti di maggiore valore.

“Guardando al 2019, intendiamo continuare a investire in programmi originali e ad avviare il passaggio dei nostri contenuti YouTube Originals sulla piattaforma gratuita e ad-supported per soddisfare la domanda crescente dei fan globali“, dichiara un comunicato ufficiale di YouTube. “Questa nuova fase della nostra strategia sui contenuti originali allargherà il pubblico per i creatori di YouTube Original e offrirà agli inserzionisti eccellenti contenuti che raggiungono la YouTube generation.”

La volontà da parte di YouTube è chiaramente quella di voler fronteggiare il monopolio di Netflix in questo campo ma anche le novità come Amazon Prime Video o addirittura i nuovi futuri arrivi di Disney e chissà magari anche di Apple, si vocifera un suo servizio da ormai tanto tempo. YouTube ci prova guardando un po' a quanto già fatto dalla TV classica con film interrotti ad intervalli regolari dalla pubblicità o magari anche con titoli nostalgici capaci di "rosicchiare" terreno ai colossi come Netflix e Amazon.

Offline Presidente

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 8503
  • Sesso: Maschio
  • Dalla morte...vedete di farvi trovare vivi.
Re:Il topic di Netflix
« Risposta #41 il: Novembre 29, 2018, 16:46:35 »
Vabeh streaming gratuito con pubblicità, un po' come fa VVVVID (o come cazzo si chiama, ci guardo gli anime lì).

Quello che fa la differenza sono i contenuti. Punto.

L'unica in grado di dare una scossa in questo momento è la Disney. Ora stanno lavorando alle serie TV di Star Wars (The Mandalorian e un'altra con il protagonista di Rogue One), ma se fossero in grado di spostare sulla loro piattaforma, in un colpo solo, sarebbe un colpo tellurico. Tutta la roba Marvel, tutta la roba Lucasfilm, tutta la roba Disney e ormai anche tutta la roba Fox. Piuttosto che guardare una nuova Stranger Things mi riguarderei tutti i Simpson.

Per fare contenuti originali servono un sacco di soldi. Netflix è l'unica partita 'dal basso', si è indebitata parecchio...vediamo se resisterà finanziariamente.

Apple ha iniziato a sviluppare contenuti originali e ha comunicato che la piattaforma sarà family-oriented. Tra l'altro la notiziona degli ultimi tempi (e che in borsa non è piaciuta per niente) è che negli ultimi risultati la società di Cupertino ha smesso -per la prima volta- di pubblicare il dettaglio dei prodotti venduti (cioè quanti iPhone 7 - 8 -salcazzo). Questo è stato letto come il primo passo della società in una mutazione verso fornitrice di servizi, piuttosto che produttrice di hi tech. Per loro la situazione è critica, dato che le loro piattaforme di streaming (musica e video) non se le caga nessuno, e bisogna vedere pure se continueranno sulla strada delle auto, così come si era gossippato.

Amazon pure loro hanno un botto di soldi. Su Prime Video c' è qualcosa di interessante ma se regga o meno con Netflix va a gusti personali (di sicuro, almeno in italia, c'è molta meno roba). In teoria grazie all'accoppiata con IMDB, la app di Prime Video fornisce un godziliardo di informazioni tipo curiosità, attori nella scena, musica di sottofondo (il tasto X-Ray), ma non gliene frega un cazzo a nessuno, dai. Tra l'altro questa app funziona da dio su telefono e tablet ma su Fire TV fa schifo al cazzo, il che lo trovo incredibile e inaccettabile.

Spero comunque che rimangano poghi giganti e spazzino via cacate come Hulu, Chili (quest'ultimo imbarazzante) e così via...

Offline Master

  • Global Moderator
  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 6437
  • Sesso: Maschio
Re:Il topic di Netflix
« Risposta #42 il: Dicembre 02, 2018, 22:53:30 »
Beh nel mentre tutte le serie tv Marvel su Netflix sono state segate (verrà pubblicato Punisher 2 e Jessica Jones 3 perché ormai erano già in produzione).
Chiaramente, le nuove serie tv Marvel finiranno solo sul servizio Disney


Offline Presidente

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 8503
  • Sesso: Maschio
  • Dalla morte...vedete di farvi trovare vivi.
Re:Il topic di Netflix
« Risposta #44 il: Marzo 18, 2019, 09:06:11 »
Ripeto: i contenuti.

Quelli della Apple hanno da rimboccarsi le maniche e remare. Già Apple Music non se lo caga nessuno, ne avranno di lavoro da fare per convincere la gente a guardare la loro roba,

Per ora Netflix sopravvive con contenuti validi, Prime Now (almeno in america, ha un catalogo corposo).

Disney + sarà il must. C'è da dire comunque che quelli della Disney hanno confermato la loro piattaforma come PG-13, e conterrà anche i classici di animazione attualmente nel 'vault'. Per il resto si appoggeranno ad Hulu (che non ho mai cagato e invece dovrei iniziare a pensarci...).