Autore Topic: Apple vs FBI  (Letto 2246 volte)

Offline Presidente

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 8551
  • Sesso: Maschio
  • Dalla morte...vedete di farvi trovare vivi.
Apple vs FBI
« il: Marzo 02, 2016, 10:45:06 »
Strano che qui non se ne parli ancora. Mi sto scannando bonariamente con certi miei amici.
Voi che ne pensate?

Per me un conto se Apple si rifiutasse di fornire dati (cosa che non ha mai fatto) un conto il governo che ti impone di sviluppare qualcosa che possa risultare poi dannoso per la sicurezza mondiale e il tornaconto dell'azienda stessa...

Offline RikkTheGaijin

  • Master of the Universe
  • Administrator
  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 23636
  • Sesso: Maschio
  • Io i settaggi Ultra ce li ho di default
    • My Artstation page
Re:Apple vs FBI
« Risposta #1 il: Marzo 02, 2016, 11:59:14 »
E' tutta pubblicita' per Apple... McAfee ha offerto all'FBI di hackerare l'iPhone gratis. Anche lui ha colto l'opportunita' di farsi pubblicita'...

Offline Presidente

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 8551
  • Sesso: Maschio
  • Dalla morte...vedete di farvi trovare vivi.
Re:Apple vs FBI
« Risposta #2 il: Marzo 02, 2016, 11:59:54 »
E' tutta pubblicita' per Apple... McAfee ha offerto all'FBI di hackerare l'iPhone gratis. Anche lui ha colto l'opportunita' di farsi pubblicita'... E' tutta pubblicita'.

McAfee  ::) Ma tu sai chi McAfee?

Offline RikkTheGaijin

  • Master of the Universe
  • Administrator
  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 23636
  • Sesso: Maschio
  • Io i settaggi Ultra ce li ho di default
    • My Artstation page
Re:Apple vs FBI
« Risposta #3 il: Marzo 02, 2016, 12:06:06 »

Offline Presidente

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 8551
  • Sesso: Maschio
  • Dalla morte...vedete di farvi trovare vivi.
Re:Apple vs FBI
« Risposta #4 il: Marzo 02, 2016, 13:50:26 »
S, PROPRIO LUI

Girls, drugs and cyber security: the strange life of John McAfee
By Hannah Francis
Aug. 28 (Sydney Morning Herald) -- He's been called everything from "charismatic" to "the paranoid wild man" of the computer security industry to downright "bonkers".
There was that time he illegally fled Belize authorities to Guatemala after his neighbour was shot dead, believing the assassin may have been after him instead.
Then there was that YouTube video where he instructed viewers how to uninstall McAfee Antivirus (now called Intel Security) - the world-first software he created but is now no longer associated with - and pretended to snort cocaine out of a novelty straw while hookers undressed him.
Sixty-nine-year-old IT security pioneer John McAfee claims he doesn't court attention, it "just seems to follow" him. But he does not shy away from controversy, and is a firm believer in the phrase "there's no such thing as bad publicity".
"If you're caught eating small children and you handle it properly, a year from now people will forget the fact that you're eating small children but they'll remember your name," McAfee told Fairfax Media ahead of a trip to Australia in September as the international keynote speaker for the Lawtech Summit & Awards on the Gold Coast.
"There's something insane about the social aspect of humankind so I don't concern myself with the negativity or positivity of my publicity; I just concern myself with 'did they spell my name right?' and 'are the facts correct?'."
But it's hard to tell what's fact and what's fiction when it comes to the life story of one of the more mysterious millionaires out there.
Born in Scotland (his surname is pronounced with an emphasis on the "Mac") and raised in the United States, McAfee got a science degree before taking a string of computer programming jobs at places such as NASA, Xerox and Lockheed.
McAfee is candid about having been a serious narcotics abuser in his younger days, describing himself as "the worst drug abuser on the planet" who "took drugs constantly, 24 hours of the day" for "years and years". He claims he went to Alcoholics Anonymous in 1983 and "that was the end of it".
In the late 1980s, while at Lockheed, McAfee got his hands on what is believed to have been the first computer virus in the world, and promptly set about creating the first commercial anti-virus software company, McAfee Associates.
The millions started flowing in, but he lost much of his fortune during the global financial crisis.
McAfee sold his stake in the cyber security empire he founded, and embarked on a sea change to a tropical island in Belize.
Then things got weird.
McAfee stood out among the locals. He had tatts, several pet dogs and would casually go into town flanked by armed bodyguards. There were stories of endless strings of young women arriving by boat for weekends of debauchery. By now the flamboyant character was also harbouring an unbridled passion for yoga.
At one point, police raided McAfee's property on the suspicion he was running a meth lab. They charged him with illegal gun possession, but not with cooking illegal drugs.
Then McAfee's dogs were mysteriously poisoned. The next day his neighbour was found shot dead.
Police came to question McAfee, so he reportedly did what any sensible person would do in the same situation: buried himself in the sand with a cardboard box over his head so he could breathe. At this time, despite claiming not to be an attention-seeker, McAfee was actively reaching out to a reporter at Wired magazine
Though he was apparently never a suspect in his neighbour's death ??? authorities merely wanted to chat to him about the case ??? McAfee fled to Guatemala, prompting the bemused Belize Prime Minister to label him "paranoid and bonkers".
While detained in Guatemala, McAfee claims he faked two heart attacks to buy time so his lawyer could get him extradited back to the US, rather than to Belize, where he feared authorities would kill him.
Now living in Lexington, Tennessee, McAfee is married with an expanding entourage of dogs: two pit bulls, a Komondor and a "very strange dog" that's part German shepherd, part cocker spaniel and part "god knows what". He's about to get a fifth.
Things appear quieter for him these days ??? but not too quiet.
Just weeks ago, McAfee was arrested while driving under the influence of anti-anxiety medication Xanax. He claimed it was a new prescription and that he didn't know it wouldn't mix well with being behind the wheel.
He's now three weeks into filming a documentary series about himself with Billy Corben, who directed the 2006 film Cocaine Cowboys.
But if you're hoping to see McAfee's past indiscretions on the small screen, you may be disappointed.
"Number one, it is the real life of John McAfee," he said, but added that Corben was "a very forward thinking director".
"It's more about what I'm doing with my life right now than what happened in the past," he said.
So no drug dens, strippers and running from the law? "I hope not, but I can't rule it out," he said. "He's [Corben] the director, after all."

Click here to see the story as it appeared on Sydney Morning Herald web site.

The Sydney Morning Herald
Copyright (2015) Fairfax Media Publications Pty Limited. http://www.smh.com.au. Not available for re-distribution.



Offline senor carmacko

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 254
  • W questo FORUM!!!
Re:Apple vs FBI
« Risposta #5 il: Marzo 02, 2016, 15:25:26 »
Strano che qui non se ne parli ancora. Mi sto scannando bonariamente con certi miei amici.
Voi che ne pensate?

Per me un conto se Apple si rifiutasse di fornire dati (cosa che non ha mai fatto) un conto il governo che ti impone di sviluppare qualcosa che possa risultare poi dannoso per la sicurezza mondiale e il tornaconto dell'azienda stessa...

Stranamente, per una volta, Apple e` dalla parte della ragione, infatti tutta la Silicon Valley e` con lei.
Che poi l'FBI vorrebbe avere accesso a tutti gli iPhone del mondo per un'indagine che era gia` conclusa prima ancora di cominciare.
Gates non ha perso l'occasione per dimostrarsi per il deficiente che e`: http://www.ft.com/cms/s/2/3559f46e-d9c5-11e5-98fd-06d75973fe09.html
McAfee e` un buffone e non riuscirebbe ad hackerare neppure il suo stesso PC  ;D

Offline RikkTheGaijin

  • Master of the Universe
  • Administrator
  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 23636
  • Sesso: Maschio
  • Io i settaggi Ultra ce li ho di default
    • My Artstation page
Re:Apple vs FBI
« Risposta #6 il: Marzo 03, 2016, 02:38:40 »
Che McAfee sia uno strafattone psicotico non ha nulla a che vedere con il caso di Apple. Lui ha solo fatto notare (in maniera melodrammatica, ok) che se Apple inserisse una backdoor nell'OS degli iPhone, sarebbe come mandare all'FBI una copia delle chiavi di casa vostra, garantendogli accesso in ogni momento per farsi i cazzi vostri quando gli pare e piace, senza contare che l'utente non si accorgerebbe di nulla. E' l'eterno discorso sulla Privacy, iniziato anni fa con l'avvento dei social media, Google Glass, ecc. La privacy non esiste piu'. Dal momento che ci si connette ad Internet, tutte le informazioni vengono raccolte scrupolosamente. Sanno chi sei, dove vivi, i posti dove sei stato, chi sono i membri della tua famiglia, i tuoi amici e nemici, cosa mangi, cosa guardi, cosa ascolti, quante volte ti fai le seghe e magari anche quante volte vai al cesso. Anche a me da fastidio che il mio Internet Provider spia cosa scarico e mi manda le lettere intimidatorie di smetterla di scaricari film torrent, quindi in risposta mi sono messo un VPN. Sono conscio del fatto che qualche pedofilo schifoso potrebbe spipparsi sulle foto in costume da bagno dei miei figli che ho postato su Facebook, l'idea mi disgusta, ma non do' la colpa a Facebook, sono io che prendo un rischio a mettere le foto sperando che le impostazioni di Privacy facciano il loro dovere. Ogni ricerca che faccio su Google viene registrata, ogni messaggio, ogni articolo che compro online viene processato da algoritmi intelligenti che creano un database basato sulle mie preferenze per poi generare pubblicita' per suggerirmi la prossima cosa che potrei comprare. Tutto questo gia' avviene regolarmente e ne siamo coscienti. Magari non ci piace ma lo accettiamo, perche' e' il prezzo da pagare per rendere il nostro smartphone ancora piu' "smart". Sono convinto che in futuro saremo "connessi" ancora di piu', oggi con lo smartphone, domani magari avremo periferiche integrate nel cervello. Fantascienza? Puo' darsi, ma pensate a soli 15 anni fa, l'idea di avere un super computer in tasca, collegato a internet 24/7, che contiene tutti i nostri dati e li condivide con il mondo esterno suona abbastanza fantascientifico, eppure e' la realta' di oggi. Fa bene Apple a rifiutare di dare all'FBI la backdoor per accedere ad ogni iPhone a loro piacimento? Probabilmente si, ma chi mi dice che non sia Apple stessa un giorno a voler accedere ad ogni iPhone per fare qualunque cosa abbiano in mente di fare? Possono certamente farlo, quindi qual'e' la differenza? Non si puo' fermare il progresso, ed e' troppo tardi per lamentarsi della violazione della privacy. Se la si rivuole, l'unica e' scollegarsi per sempre da Internet, buttare lo smartphone e probabilmente andare a fare l'eremita nella foresta.

Offline Baytor

  • Patron Saint of the Criminally Insane
  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 662
  • Sesso: Maschio
  • IO SONO BAYTOR!
Re:Apple vs FBI
« Risposta #7 il: Marzo 03, 2016, 05:38:31 »
Che McAfee sia uno strafattone psicotico non ha nulla a che vedere con il caso di Apple. Lui ha solo fatto notare (in maniera melodrammatica, ok) che se Apple inserisse una backdoor nell'OS degli iPhone, sarebbe come mandare all'FBI una copia delle chiavi di casa vostra, garantendogli accesso in ogni momento per farsi i cazzi vostri quando gli pare e piace, senza contare che l'utente non si accorgerebbe di nulla. E' l'eterno discorso sulla Privacy, iniziato anni fa con l'avvento dei social media, Google Glass, ecc. La privacy non esiste piu'. Dal momento che ci si connette ad Internet, tutte le informazioni vengono raccolte scrupolosamente. Sanno chi sei, dove vivi, i posti dove sei stato, chi sono i membri della tua famiglia, i tuoi amici e nemici, cosa mangi, cosa guardi, cosa ascolti, quante volte ti fai le seghe e magari anche quante volte vai al cesso. Anche a me da fastidio che il mio Internet Provider spia cosa scarico e mi manda le lettere intimidatorie di smetterla di scaricari film torrent, quindi in risposta mi sono messo un VPN. Sono conscio del fatto che qualche pedofilo schifoso potrebbe spipparsi sulle foto in costume da bagno dei miei figli che ho postato su Facebook, l'idea mi disgusta, ma non do' la colpa a Facebook, sono io che prendo un rischio a mettere le foto sperando che le impostazioni di Privacy facciano il loro dovere. Ogni ricerca che faccio su Google viene registrata, ogni messaggio, ogni articolo che compro online viene processato da algoritmi intelligenti che creano un database basato sulle mie preferenze per poi generare pubblicita' per suggerirmi la prossima cosa che potrei comprare. Tutto questo gia' avviene regolarmente e ne siamo coscienti. Magari non ci piace ma lo accettiamo, perche' e' il prezzo da pagare per rendere il nostro smartphone ancora piu' "smart". Sono convinto che in futuro saremo "connessi" ancora di piu', oggi con lo smartphone, domani magari avremo periferiche integrate nel cervello. Fantascienza? Puo' darsi, ma pensate a soli 15 anni fa, l'idea di avere un super computer in tasca, collegato a internet 24/7, che contiene tutti i nostri dati e li condivide con il mondo esterno suona abbastanza fantascientifico, eppure e' la realta' di oggi. Fa bene Apple a rifiutare di dare all'FBI la backdoor per accedere ad ogni iPhone a loro piacimento? Probabilmente si, ma chi mi dice che non sia Apple stessa un giorno a voler accedere ad ogni iPhone per fare qualunque cosa abbiano in mente di fare? Possono certamente farlo, quindi qual'e' la differenza? Non si puo' fermare il progresso, ed e' troppo tardi per lamentarsi della violazione della privacy. Se la si rivuole, l'unica e' scollegarsi per sempre da Internet, buttare lo smartphone e probabilmente andare a fare l'eremita nella foresta.


This. Non c'e poi molto altro da dire.

Offline Presidente

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 8551
  • Sesso: Maschio
  • Dalla morte...vedete di farvi trovare vivi.
Re:Apple vs FBI
« Risposta #8 il: Marzo 03, 2016, 09:06:31 »
No Rikk, hai preso un po' la tangente.
La privacy innanzitutto c' eccome: fino a prova contraria sono io che scelgo cosa mettere su FB e come utilizzare Google. Certo mi fa ridere la maniera un po' buffa e tenera con cui mi appaiono consigli per gli acquisti per cose che ho gi acquistato, per evito per principio di mettere le foto del mio cazzo su cloud.

E poi un conto Apple che mi manda i consigli per gli acquisti, un conto l'FBI che inizia a vedere che cazzo combino a random...vede che c' un file sul mio pc chiamato "Adolescent Sex" e mi trovo la swat in casa (per cosa? per la tablatura di basso di uno dei pezzi migliori dei Japan?).

Offline Baytor

  • Patron Saint of the Criminally Insane
  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 662
  • Sesso: Maschio
  • IO SONO BAYTOR!
Re:Apple vs FBI
« Risposta #9 il: Marzo 03, 2016, 09:16:31 »
L'hai detto tu stesso, Prez. "Fino a prova contraria". Io, personalmente, da uno che lavora in campo IT da quasi 13 anni, penso che la privacy online sia ormai un'illusione. Ti fanno credere di decidere - ma e' una cosa molto aleatoria.

Offline Presidente

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 8551
  • Sesso: Maschio
  • Dalla morte...vedete di farvi trovare vivi.
Re:Apple vs FBI
« Risposta #10 il: Marzo 03, 2016, 09:24:23 »
S ma, per dire, io uso Spotify -gratis- e ci sta che raccolga info su quello che ascolto e mi faccia proposte commerciali. Per non una rappresentazione sensata di quello che ascolto per davvero.

Sul telefono non tengo i conti e le password...insomma, penso che la fetta pi grande della mia vita privata sia effettivamente privata.

Offline RikkTheGaijin

  • Master of the Universe
  • Administrator
  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 23636
  • Sesso: Maschio
  • Io i settaggi Ultra ce li ho di default
    • My Artstation page
Re:Apple vs FBI
« Risposta #11 il: Marzo 03, 2016, 09:48:39 »
Guarda Prez che stiamo dicendo la stessa cosa, quando ho fatto l'esempio delle foto dei miei figli su FB, tutto cio' che mettiamo online lo facciamo di nostra iniziativa e siamo consapevoli, che ci piaccia o meno, che qualcun'altro raccolga questi dati a nostra insaputa. E' ovvio che non sanno TUTTO di te, ma sanno abbastanza da poterne trarre un profilo molto dettagliato della tua persona.
Penso che nessuno qui sostenga che sia giusto che l'FBI ottenga la backdoor, sarebbe davvero una cattiva idea.

Online Qui-Gon Chris

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 11086
  • Sesso: Maschio
  • Really, Rey? REALLY?
Re:Apple vs FBI
« Risposta #12 il: Marzo 03, 2016, 10:07:21 »
Qualcuno ha un link in cui la faccenda viene riassunta in modo decente? Non l'ho seguita granch e prima di dire cazzate vorrei documentarmi...
If the only thing keeping a person decent is the expectation of divine reward then, brother, that person is a piece of shit. And Id like to get as many of them out in the open as possible. You gotta get together and tell yourself stories that violate every law of the universe just to get through the goddamn day? Whats that say about your reality?

Offline RikkTheGaijin

  • Master of the Universe
  • Administrator
  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 23636
  • Sesso: Maschio
  • Io i settaggi Ultra ce li ho di default
    • My Artstation page
Re:Apple vs FBI
« Risposta #13 il: Marzo 03, 2016, 10:22:25 »
Qualcuno ha un link in cui la faccenda viene riassunta in modo decente? Non l'ho seguita granch e prima di dire cazzate vorrei documentarmi...

In soldoni: in America c'e' un mass-shooting alla settimana, uno degli ultimi e' stato quello di San Bernardino. l'FBI e' in possesso di un iPhone apartenente ad uno dei terroristi, morto durante l'attacco, ma non possono accedere al contenuto perche' non hanno il codice di unlock. Quindi hanno ordinato ad Apple di creare una backdoor per accedere non solo a quell'iPhone, ma potenzialmente a QUALUNQUE iPhone. E Tim Cook si rifiuta di farlo, perche' metterebbe a rischio la Privacy di ogni possessore di iPhone sul pianeta.

Se vuoi sapere di piu' cerca FBI Apple su YouTube, ci sono mille mila video che ne parlano, eccone uno a caso:


Offline RikkTheGaijin

  • Master of the Universe
  • Administrator
  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 23636
  • Sesso: Maschio
  • Io i settaggi Ultra ce li ho di default
    • My Artstation page
Re:Apple vs FBI
« Risposta #14 il: Marzo 03, 2016, 10:44:01 »
Quello che non ho capito e': da una parte qualcuno dice che l'FBI ha ordinato a Apple di mettere la backdoor, dall'altra qualcuno dice che l'FBI NON ha chiesto la backdoor, ma vogliono entrare SOLO nell'iPhone del terrorista. Chi sta dicendo la verita'? Inoltre vorrei sapere se sarebbe possibile per Apple accedere SOLO a quell'iPhone senza implementare la backdoor? Strafattone McAfee sostiene di si e se Apple non vuole, lui e il suo team di hackeroni possono farlo aggratis. Ma se Apple potesse davvero accedere senza creare la backdoor, allora perche' alzare tutto sto polverone?