Autore Topic: Gilet Gialli  (Letto 431 volte)

Offline Jin · Oh

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 9340
  • Sesso: Maschio
  • ♪__The Lunatic Is__♪ ♪___In My Head___♪
Gilet Gialli
« il: Dicembre 11, 2018, 11:53:01 »
Che ne pensate? Si estenderà ancora la protesta? Quanto durerà, quali paesi toccherà? Siete d'accordo con le loro ragioni?
Io trovo cmq RIDICOLO che Macron dopo anni di austerità abbia addirittura varato una manovra che SFORA il 3% (arriva a 3.5) così di botto solo per pararsi il culo con il beneplacito della commissione europea perchè aveva le torce sotto la reggia.
Il post soprascritto potrebbe non lasciare spazio ad altre argomentazioni.
-

Offline Presidente

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 8440
  • Sesso: Maschio
  • Dalla morte...vedete di farvi trovare vivi.
Re:Gilet Gialli
« Risposta #1 il: Dicembre 11, 2018, 12:15:27 »
Non ho seguito bene la questione e ho ricevuto pareri discordanti.

Da un lato sembrava una classica manifestazione come da noi ci sono stati i tir o i trattori a bloccare le autostrade...solo che là ha fatto la differenza la gendarmerie che sono fascisti di merda e hanno picchiato giù duro.

Qualcuno mi ha detto che sono in realtà dei bambascioni di periferia che si lamentano per il prezzo del gasolio perché si rifiutano di rinnovare i loro mezzi.

Qualcuno mi ha detto che sono dei poveretti tartassati non solo dal caro carburante ma anche da un sistema selvaggio di multe in mano a privati.

In sostanza non ne so un cazzo, mi documenterò.

Offline Master

  • Global Moderator
  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 6396
  • Sesso: Maschio
Re:Gilet Gialli
« Risposta #2 il: Dicembre 11, 2018, 22:04:21 »
Che ne pensate? Si estenderà ancora la protesta? Quanto durerà, quali paesi toccherà? Siete d'accordo con le loro ragioni?
Io trovo cmq RIDICOLO che Macron dopo anni di austerità abbia addirittura varato una manovra che SFORA il 3% (arriva a 3.5) così di botto solo per pararsi il culo con il beneplacito della commissione europea perchè aveva le torce sotto la reggia.

Il problema dei gilet gialli è che hanno fronde molto fasciste.

Detto questo, se adesso la commissione europea non si incula la Francia, allora consegnerà l'europa in mano agli anti-europeisti. Soprattutto a Salvini.

Offline Jin · Oh

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 9340
  • Sesso: Maschio
  • ♪__The Lunatic Is__♪ ♪___In My Head___♪
Re:Gilet Gialli
« Risposta #3 il: Dicembre 12, 2018, 09:54:46 »
Che ne pensate? Si estenderà ancora la protesta? Quanto durerà, quali paesi toccherà? Siete d'accordo con le loro ragioni?
Io trovo cmq RIDICOLO che Macron dopo anni di austerità abbia addirittura varato una manovra che SFORA il 3% (arriva a 3.5) così di botto solo per pararsi il culo con il beneplacito della commissione europea perchè aveva le torce sotto la reggia.

Il problema dei gilet gialli è che hanno fronde molto fasciste.

Detto questo, se adesso la commissione europea non si incula la Francia, allora consegnerà l'europa in mano agli anti-europeisti. Soprattutto a Salvini.

Guarda, questa del fascismo non dico che sia una cosa falsa però è un pò un dito in culo che spesso viene usato un pò in modo propagandistico. Io capisco eccome le ragioni dei Gilet Gialli e anche quelle del governo italiano riguardo ai temi economici. A cos'è servito sottometterci a tutti questi anni di austerità? Hai visto migliorare qualcosa nell'economia del paese? Hanno continuato a raccontarci che servivano sacrifici per affrontare le sfide della globalizzazione ma la verità è che con questa scusa hanno spazzolato a più livelli: tessuto industriale delocalizzato o chiuso, salari disintegrati eccetera. E' normalissimo che ci sia gente che spinge per il ritorno alla sovranità nazionale, dopodichè se i fascisti si uniscono alla lotta allora non è che improvvisamente tutti i gilet gialli o i sovranisti siano automaticamente fascisti. Viene piuttosto servita una scusa agli europeisti per fare propaganda, un pò come il PD che in questi mesi non sapendo bene che fare continua ad accusare il governo di essere fascista perchè c'è Salvini. Ma dal mio punto di vista le autorità europee che ci impongono la loro economia succhiasangue hanno un atteggiamento molto più fascista. Macron, che è un pupazzo di questi contabili esattamente come lo è stato Renzi, Monti, Letta, Gentiloni e tutti quelli che han governato negli anni scorsi, dopo aver applicato per anni l'austerità adesso improvvisamente in una notte vara un piano per sforare il 3% di deficit e aiutare le fasce deboli. Significa che 1) il problema non era tanto del caro benzina (come raccontano i media) quanto dei salari troppo bassi 2) tutte le puttanate del rigore su debito pubblico e deficit non oltre il 3% imposte dalla commissione europea sono fuffa, vista la velocità con cui si rimangiano queste cose quando sentono vacillare il trono: è evidente che a questi signori di debito pubblico frega zero, a loro interessa che gli stati continuino a seguire una politica liberista non espansiva per mantenere la loro egemonia e continuare a succhiare soldi.
Tra gli italiani che rifiutano questa europa col loro voto, i francesi incazzati, gli inglesi che si sono votati la brexit ... è lampante che questa costruzione europea sia quantomeno losca, dopo 20 anni di proclami il succo del discorso è che il ceto medio si ritrova senza potere d'acquisto e con una disoccupazione spaventosa. In queste situazioni il fascismo arriva al consenso popolare più facilmente, ma non bisogna fare l'errore di confondere un sovranista con un fascista. Io mi considero sovranista in quanto pretendo che la mia unica carta dei diritti e doveri sia quella della Costituzione Italiana (pesantemente soppiantata da trattati europei che nessun italiano ha mai voluto direttamente) e che la mia unica valuta sia quella emessa dallo stato italiano e garantita da una banca centrale pubblica italiana, come succede in tutti i paesi fuori dall'eurozona.
Il post soprascritto potrebbe non lasciare spazio ad altre argomentazioni.
-

Offline Master

  • Global Moderator
  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 6396
  • Sesso: Maschio
Re:Gilet Gialli
« Risposta #4 il: Dicembre 14, 2018, 08:28:51 »
Cercherò di argomentare il meglio possibile la mia visione.
1. Sta roba che il ceto medio non ha potere di acquisto è storytelling. Quando ero bambino, con la lira, dovevamo risparmiare 1 anno per cambiare un televisore. O, ancora, tolto il costo dell’affitto dello stipendio di mio padre non avanzava nulla.
La situazione post-euro ha solo migliorato le cose. Certo, noi italiani siamo stronzi, non abbiamo controllato in nessun modo l’aumento dei prezzi e quindi, rispetto agli altri stati dell’eurozona abbiaml meno potere d’acquisto. Ma perché siamo stronzi, non per colpa dell’euro.
2. Il sovranismo è un’ideologia che non funziona più. Non può funzionare nel momento in cui il tuo stato deve 1000 miliardi a investitori esteri. L’unico modo per ottenere quello che dici tu è andare in default. È questo che vuoi? Ne sei sicuro? Io ho un amico argentino che ha vissuto il default del suo paese, prima di venire qui. Se vuoi ti ci faccio parlare e ti faccio raccontare di come dovevano andare con carriole di banconote a comprare un kg di pane.
3. La Francia ha un debito pubblico bassissimo, confrontato col nostro. E uno spread 1/5 del nostro. È in una situazione ben diversa da quella Italiana e quindi può sforare il 3% - e comunque vedrai che non lo farà ma è propaganda di Macron.

Offline Presidente

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 8440
  • Sesso: Maschio
  • Dalla morte...vedete di farvi trovare vivi.
Re:Gilet Gialli
« Risposta #5 il: Dicembre 14, 2018, 08:58:25 »
Cercherò di argomentare il meglio possibile la mia visione.
1. Sta roba che il ceto medio non ha potere di acquisto è storytelling. Quando ero bambino, con la lira, dovevamo risparmiare 1 anno per cambiare un televisore. O, ancora, tolto il costo dell’affitto dello stipendio di mio padre non avanzava nulla.
La situazione post-euro ha solo migliorato le cose. Certo, noi italiani siamo stronzi, non abbiamo controllato in nessun modo l’aumento dei prezzi e quindi, rispetto agli altri stati dell’eurozona abbiaml meno potere d’acquisto. Ma perché siamo stronzi, non per colpa dell’euro.
2. Il sovranismo è un’ideologia che non funziona più. Non può funzionare nel momento in cui il tuo stato deve 1000 miliardi a investitori esteri. L’unico modo per ottenere quello che dici tu è andare in default. È questo che vuoi? Ne sei sicuro? Io ho un amico argentino che ha vissuto il default del suo paese, prima di venire qui. Se vuoi ti ci faccio parlare e ti faccio raccontare di come dovevano andare con carriole di banconote a comprare un kg di pane.
3. La Francia ha un debito pubblico bassissimo, confrontato col nostro. E uno spread 1/5 del nostro. È in una situazione ben diversa da quella Italiana e quindi può sforare il 3% - e comunque vedrai che non lo farà ma è propaganda di Macron.

Praticamente sì a tutto.

Offline Seph

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 10990
  • Sesso: Maschio
Re:Gilet Gialli
« Risposta #6 il: Dicembre 14, 2018, 12:04:41 »
Francia, 11 dicembre 2018

Il discorso di Emmanuel Macron per calmare la protesta dei "Gilet Gialli" non ha sortito l'effetto desiderato.

Offline Jin · Oh

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 9340
  • Sesso: Maschio
  • ♪__The Lunatic Is__♪ ♪___In My Head___♪
Re:Gilet Gialli
« Risposta #7 il: Dicembre 14, 2018, 12:28:35 »
Cercherò di argomentare il meglio possibile la mia visione.
1. Sta roba che il ceto medio non ha potere di acquisto è storytelling. Quando ero bambino, con la lira, dovevamo risparmiare 1 anno per cambiare un televisore. O, ancora, tolto il costo dell’affitto dello stipendio di mio padre non avanzava nulla.
La situazione post-euro ha solo migliorato le cose. Certo, noi italiani siamo stronzi, non abbiamo controllato in nessun modo l’aumento dei prezzi e quindi, rispetto agli altri stati dell’eurozona abbiaml meno potere d’acquisto. Ma perché siamo stronzi, non per colpa dell’euro.
2. Il sovranismo è un’ideologia che non funziona più. Non può funzionare nel momento in cui il tuo stato deve 1000 miliardi a investitori esteri. L’unico modo per ottenere quello che dici tu è andare in default. È questo che vuoi? Ne sei sicuro? Io ho un amico argentino che ha vissuto il default del suo paese, prima di venire qui. Se vuoi ti ci faccio parlare e ti faccio raccontare di come dovevano andare con carriole di banconote a comprare un kg di pane.
3. La Francia ha un debito pubblico bassissimo, confrontato col nostro. E uno spread 1/5 del nostro. È in una situazione ben diversa da quella Italiana e quindi può sforare il 3% - e comunque vedrai che non lo farà ma è propaganda di Macron.

1) Io veramente ho altri ricordi. Tutte le generazioni di padri e nonni che riuscivano a comprarsi una casa, disoccupazione inesistente (non lavorava solo chi non voleva lavorare), specialmente le cose si pagavano tutte subito - oggi la tv la porti subito a casa ma la paghi a debito per i mesi successivi, e cmq quello degli elettrodomestici è l'unico settore che ne ha giovato:
https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/01/01/euro-15-anni-fa-lentrata-in-vigore-come-sono-cambiati-i-prezzi-caffe-da-900-lire-a-90-centesimi-pizza-aumentata-del-123/3290911/

L'aumento incontrollato dei prezzi è partito da un cambio a 1936 lire che cmq avrebbe dovuto colpire solo nei primi anni perchè avrebbero dovuto adeguare gli stipendi, esattamente come quando svalutavano la lira ma aumentavano gli stipendi, e questo non è stato fatto.

2) Il sovranismo non funziona più nell'eurozona perchè la situazione è incancrenita sia di fatto (nazioni che devono chiedere il permesso a enti esterni per i loro bilanci) che nella mentalità (la maggior parte delle persone è convinta delle tue stesse idee), sembrano tutti essersi dimenticati di quando con la lira non sentivamo parlare di spread o vincoli di bilancio. In realtà il sovranismo è applicato nella maggioranza delle nazioni di tutto il mondo. I paesi fuori dall'eurozona sono sovrani. Gli USA. Il Giappone. La Cina. La Russia. Persino molti paesi dell'Africa. Evidentemente se paesi così diversi possono essere sovrani non si capisce perchè il sovranismo debba essere considerato anacronistico o problematico.

3) Guarda, il debito pubblico è una delle più grandi fandonie mai architettate dall'economia liberista. Esiste, ma viene raccontato nel modo sbagliato, e per di più la ggeente ci crede pure. Il debito pubblico è quello che uno Stato (inteso come entità amministrativa) deve a tutti coloro che hanno acquistato obbligazioni o titoli. Il debito pubblico è la fonte primaria con cui uno Stato spende le proprie risorse per i suoi cittadini. Un basso debito pubblico significa essenzialmente che lo Stato sta spendendo poco. Il default non è la spesa a deficit, attenzione a non confondere le cose. In moneta sovrana (ripeto, la situazione di quasi tutti i paesi del mondo) c'è una banca centrale che acquista i titoli necessari alla finanziaria annuale (cioè la banca centrale garantisce il debito) e con ciò lo Stato è in grado di anticipare le spese per i cittadini che poi va a ricompensare sotto forma di tassazione (le tasse servono essenzialmente a contenere fenomeni inflattivi e ad imporre un'unica valuta): al momento della scadenza di questi titoli, la banca effettua un rollover e il debito viene girato all'anno successivo. Questo se la moneta è sovrana e la banca centrale garantisce direttamente. L'eurozona funziona in modo ben più perverso: la BCE non garantisce un bel nulla, emette l'euro che viene acquistato a costi stracciati da istituti di credito *privati*, i quali poi decidono se e quanti titoli di Stato acquistare. Ne consegue che le finanze di uno stato dell'eurozona sono sottomesse al mercato privato. Ed ecco che succede quello che è successo negli ultimi anni: non potendo effettuare manovre proprietarie (come appunto la svalutazione, che tu condanni, ma che ci parava il culo) lo stato deve svalutare il costo del lavoro, quindi le aziende devono licenziare e delocalizzare. Nel frattempo l'euro continua a svalutarsi lo stesso.
L'esempio dell'Argentina è emblematico, perchè l'Argentina ha una storia completamente diversa da quella italiana ma le ragioni del default derivano proprio dall'introduzione di politiche neoliberiste (debito pubblico vincolato al dollaro con cambio fisso):
https://it.wikipedia.org/wiki/Crisi_economica_argentina

Ora non sto qui a postare altri dati ma se prendiamo i livelli di PIL, occupazione, crescita ecc. prima del 2002 vi assicuro che erano tutti migliori di questi. Mai sentito parlare di spread o di austerità negli anni '80. Così come siamo entrati in questa trappola finanziaria, potremmo benissimo uscirne: mentre tutti quelli che se ne stanno fuori se la spassano meglio noi dobbiamo pure sentirci dire che siamo stronzi. :rolleyes:

 
« Ultima modifica: Dicembre 14, 2018, 12:31:17 da Jin · Oh »
Il post soprascritto potrebbe non lasciare spazio ad altre argomentazioni.
-

Offline Presidente

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 8440
  • Sesso: Maschio
  • Dalla morte...vedete di farvi trovare vivi.
Re:Gilet Gialli
« Risposta #8 il: Dicembre 14, 2018, 13:40:35 »
Cercherò di argomentare il meglio possibile la mia visione.
1. Sta roba che il ceto medio non ha potere di acquisto è storytelling. Quando ero bambino, con la lira, dovevamo risparmiare 1 anno per cambiare un televisore. O, ancora, tolto il costo dell’affitto dello stipendio di mio padre non avanzava nulla.
La situazione post-euro ha solo migliorato le cose. Certo, noi italiani siamo stronzi, non abbiamo controllato in nessun modo l’aumento dei prezzi e quindi, rispetto agli altri stati dell’eurozona abbiaml meno potere d’acquisto. Ma perché siamo stronzi, non per colpa dell’euro.
2. Il sovranismo è un’ideologia che non funziona più. Non può funzionare nel momento in cui il tuo stato deve 1000 miliardi a investitori esteri. L’unico modo per ottenere quello che dici tu è andare in default. È questo che vuoi? Ne sei sicuro? Io ho un amico argentino che ha vissuto il default del suo paese, prima di venire qui. Se vuoi ti ci faccio parlare e ti faccio raccontare di come dovevano andare con carriole di banconote a comprare un kg di pane.
3. La Francia ha un debito pubblico bassissimo, confrontato col nostro. E uno spread 1/5 del nostro. È in una situazione ben diversa da quella Italiana e quindi può sforare il 3% - e comunque vedrai che non lo farà ma è propaganda di Macron.

1) Io veramente ho altri ricordi. Tutte le generazioni di padri e nonni che riuscivano a comprarsi una casa, disoccupazione inesistente (non lavorava solo chi non voleva lavorare), specialmente le cose si pagavano tutte subito - oggi la tv la porti subito a casa ma la paghi a debito per i mesi successivi, e cmq quello degli elettrodomestici è l'unico settore che ne ha giovato:
https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/01/01/euro-15-anni-fa-lentrata-in-vigore-come-sono-cambiati-i-prezzi-caffe-da-900-lire-a-90-centesimi-pizza-aumentata-del-123/3290911/

L'aumento incontrollato dei prezzi è partito da un cambio a 1936 lire che cmq avrebbe dovuto colpire solo nei primi anni perchè avrebbero dovuto adeguare gli stipendi, esattamente come quando svalutavano la lira ma aumentavano gli stipendi, e questo non è stato fatto.

2) Il sovranismo non funziona più nell'eurozona perchè la situazione è incancrenita sia di fatto (nazioni che devono chiedere il permesso a enti esterni per i loro bilanci) che nella mentalità (la maggior parte delle persone è convinta delle tue stesse idee), sembrano tutti essersi dimenticati di quando con la lira non sentivamo parlare di spread o vincoli di bilancio. In realtà il sovranismo è applicato nella maggioranza delle nazioni di tutto il mondo. I paesi fuori dall'eurozona sono sovrani. Gli USA. Il Giappone. La Cina. La Russia. Persino molti paesi dell'Africa. Evidentemente se paesi così diversi possono essere sovrani non si capisce perchè il sovranismo debba essere considerato anacronistico o problematico.

3) Guarda, il debito pubblico è una delle più grandi fandonie mai architettate dall'economia liberista. Esiste, ma viene raccontato nel modo sbagliato, e per di più la ggeente ci crede pure. Il debito pubblico è quello che uno Stato (inteso come entità amministrativa) deve a tutti coloro che hanno acquistato obbligazioni o titoli. Il debito pubblico è la fonte primaria con cui uno Stato spende le proprie risorse per i suoi cittadini. Un basso debito pubblico significa essenzialmente che lo Stato sta spendendo poco. Il default non è la spesa a deficit, attenzione a non confondere le cose. In moneta sovrana (ripeto, la situazione di quasi tutti i paesi del mondo) c'è una banca centrale che acquista i titoli necessari alla finanziaria annuale (cioè la banca centrale garantisce il debito) e con ciò lo Stato è in grado di anticipare le spese per i cittadini che poi va a ricompensare sotto forma di tassazione (le tasse servono essenzialmente a contenere fenomeni inflattivi e ad imporre un'unica valuta): al momento della scadenza di questi titoli, la banca effettua un rollover e il debito viene girato all'anno successivo. Questo se la moneta è sovrana e la banca centrale garantisce direttamente. L'eurozona funziona in modo ben più perverso: la BCE non garantisce un bel nulla, emette l'euro che viene acquistato a costi stracciati da istituti di credito *privati*, i quali poi decidono se e quanti titoli di Stato acquistare. Ne consegue che le finanze di uno stato dell'eurozona sono sottomesse al mercato privato. Ed ecco che succede quello che è successo negli ultimi anni: non potendo effettuare manovre proprietarie (come appunto la svalutazione, che tu condanni, ma che ci parava il culo) lo stato deve svalutare il costo del lavoro, quindi le aziende devono licenziare e delocalizzare. Nel frattempo l'euro continua a svalutarsi lo stesso.
L'esempio dell'Argentina è emblematico, perchè l'Argentina ha una storia completamente diversa da quella italiana ma le ragioni del default derivano proprio dall'introduzione di politiche neoliberiste (debito pubblico vincolato al dollaro con cambio fisso):
https://it.wikipedia.org/wiki/Crisi_economica_argentina

Ora non sto qui a postare altri dati ma se prendiamo i livelli di PIL, occupazione, crescita ecc. prima del 2002 vi assicuro che erano tutti migliori di questi. Mai sentito parlare di spread o di austerità negli anni '80. Così come siamo entrati in questa trappola finanziaria, potremmo benissimo uscirne: mentre tutti quelli che se ne stanno fuori se la spassano meglio noi dobbiamo pure sentirci dire che siamo stronzi. :rolleyes:

1) Tutti riuscivano a comprarsi la casa perché tutti avevano almeno un lavoratore posto fisso in casa a cui la banca poteva staccare un mutuo per comprare una casa in un mercato in espansione con un sacco di scelta e prezzi (dalle case popolari per terroni fino alle villette della Brianza).  Che poi sta cosa che tutti tutti tutti si comprassero la casa...un sacco di gente ha passato la vita in affitto.
C'era lavoro per tutti perché tutti erano disposti a fare qualsiasi tipo di lavoro. Poi c'è stato il boom economico, si stava meglio, diventavano tutti borghesi e nessuno voleva più il figlio meccanico o spazzino. Quindi tutti ad intasare le università fino a svalutare il titolo e farlo diventare pezzo di carta. Questo ha portato alla mancanza di certe figure professionali, vuoto che è stato colmato dalla contemporanea apertura delle frontiere e dall'afflusso dei lavoratori immigrati, verso i quali c'è stato un gioco al ribasso da parte dei datori di lavoro e patatrac. Le colpe son sempre dei padroni, non dei poveracci.
Vero che gli stipendi non sono aumentati di paro passo con i prezzi ma, al di là delle imposte, certi prezzi sono aumentati in maniera criminale o meno per tutta una serie di ragioni ma sono anche camiati i bisogni e le spese del cittadino medio. A chi cazzo fregava del piano telefonico di casa prima dell'arrivo di internet e dei cellulari?

2) L'unione europea è stata un'unione politica senza precedenti nella storia. Una volta che partecipi ad una moneta unica chiaramente perdi il sovranismo inteso come emissione della valuta del tuo stato. Una volta che nasce un'unione simile, starne fuori è da pazzi. Svalutazione della lira nel 1992 anyone? https://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-09-05/settembre-1992-lira-sommersa-221921.shtml?uuid=AbWU76YG All'epoca eravamo tutti mafiosi corrotti truffaldini...potessimo votare persone serie e che sanno fare il loro lavoro come un Monti, avremmo un minimo di credibilità che porterebbe ad un minimo di stabilità. Invece ora siamo mafiosi corrotti truffaldini ignoranti di merda. Immaginatevi fuori dall'euro con coglioni come Salvini e DiMaio che twittano cose a caso. Ci mangerebbero vivi.
Che poi sovranismo non vuol dire un emerito cazzo: è solo un termine da campagna elettorale che usa chi ci comanda a desso. Il Giappone è sovrano? Esticazzi, con enormi problemi di natalità, immigrazione (al contrario), economia in stallo da una vita, crisi di fiducia nelle istituzioni. E la Russia? Dio non fatemi parlare della Russia, con un altro zar che alla sua morte causerà un' altra ondata di potere oligarchico.

3)Non ho tempo per questa ho fame, a dopo  ;D

Offline Jin · Oh

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 9340
  • Sesso: Maschio
  • ♪__The Lunatic Is__♪ ♪___In My Head___♪
Re:Gilet Gialli
« Risposta #9 il: Dicembre 14, 2018, 14:20:25 »
Brevemente:

1) Dici cose vere ma sulla casa di proprietà ti informo che il 90% delle famiglie italiane ne ha almeno una tutt'ora, la stragrande maggioranza ereditata dai parenti.

2) "Una volta che nasce un'unione simile, starne fuori è da pazzi" - e certo, guarda caso i paesi più in crescita sono quelli fuori dall'eurozona :rolleyes
A proposito di svalutazione, un articolo dell'epoca sempre dal coerente Mario Monti:

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1993/09/12/la-svalutazione-ci-ha-fatto-bene.html
Il post soprascritto potrebbe non lasciare spazio ad altre argomentazioni.
-

Offline Presidente

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 8440
  • Sesso: Maschio
  • Dalla morte...vedete di farvi trovare vivi.
Re:Gilet Gialli
« Risposta #10 il: Dicembre 14, 2018, 14:54:42 »
Brevemente:

1) Dici cose vere ma sulla casa di proprietà ti informo che il 90% delle famiglie italiane ne ha almeno una tutt'ora, la stragrande maggioranza ereditata dai parenti.

2) "Una volta che nasce un'unione simile, starne fuori è da pazzi" - e certo, guarda caso i paesi più in crescita sono quelli fuori dall'eurozona :rolleyes
A proposito di svalutazione, un articolo dell'epoca sempre dal coerente Mario Monti:

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1993/09/12/la-svalutazione-ci-ha-fatto-bene.html

I paesi più in crescita sono quelli fuori dall'eurozona? Cioè intendi il terzo mondo? Paesi dell'ex blocco sovietico? Certo che sono in crescita, partivano dalla merda e ora sono un po' meno merda, ma fare il paragone col blocco europeo è quantomeno fuorviante.

Offline Jin · Oh

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 9340
  • Sesso: Maschio
  • ♪__The Lunatic Is__♪ ♪___In My Head___♪
Re:Gilet Gialli
« Risposta #11 il: Dicembre 14, 2018, 15:51:02 »
Brevemente:

1) Dici cose vere ma sulla casa di proprietà ti informo che il 90% delle famiglie italiane ne ha almeno una tutt'ora, la stragrande maggioranza ereditata dai parenti.

2) "Una volta che nasce un'unione simile, starne fuori è da pazzi" - e certo, guarda caso i paesi più in crescita sono quelli fuori dall'eurozona :rolleyes
A proposito di svalutazione, un articolo dell'epoca sempre dal coerente Mario Monti:

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1993/09/12/la-svalutazione-ci-ha-fatto-bene.html

I paesi più in crescita sono quelli fuori dall'eurozona? Cioè intendi il terzo mondo? Paesi dell'ex blocco sovietico? Certo che sono in crescita, partivano dalla merda e ora sono un po' meno merda, ma fare il paragone col blocco europeo è quantomeno fuorviante.

Intendo:

- Paesi scandinavi
- Ungheria
- UK

Questi in europa. Poi fuori tutti quelli con moneta sovrana che ti ho citato e mille altri ancora.
Il post soprascritto potrebbe non lasciare spazio ad altre argomentazioni.
-

Offline Presidente

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 8440
  • Sesso: Maschio
  • Dalla morte...vedete di farvi trovare vivi.
Re:Gilet Gialli
« Risposta #12 il: Dicembre 14, 2018, 16:18:09 »
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAH

No please, no please. E qui casca l'asino.

I paesi scandinavi posso succhiarmi il cazzo ma proprio fino al pube. Il mito che siano i più fighi, pecorai arricchiti col petrolio come i Norvegesi (che appena il prezzo era crollato negli ultimi anni hanno iniziato a piangere miseria), il mito del welfare e poi grazie al cazzo sono tre gatti di merda in posti del cazzo dove non vuole vivere nessuno e si suicidano a raffica, il mito di essere progressisti e poi hanno rimbalzato migranti in ogni modo possibile e ora stanno pensando a manovre ancora più razziste.

L'UNGHERIA? SERIOUSLY? L'UNGHERIA? Quindi noi ora dovremmo prendere come esempio il terzo mondo dell'Europa? Come dicevo, ex blocco sovietico, dove uao ora hanno instagram. Mai hai letto le notizie ultimamente? Hai visto il sovrano Orban che cazzo di legge sul lavoro ha inventato (tutto per fare un favore tipo ai produttori di auto che vanno a costruirle là per due zloty), che cazzo di riforma della giustizia ha tirato su coi tribunali paralleli? Ma io ti manderei per davvero a vivere in Ungheria a calci in culo!

UK? I fottuti inglesi? Oh yes ci si sono puliti il culo con l'euro, però gli facevano comodo i fondi dell'europa per il sostegno delle zone più povere come la Scozia. Te sei convinto che in Inghilterra si stia bene? Sei SERIAMENTE convinto che quel cazzo di paese sia un metro di paragone positivo? Secondo te nella campagna del Galles vivono sereni? E i nostri lavapiatti a Londra? Ti sei perso tipo le notizie degli ultimi due anni sulla Brexit? Un altro paese dove il populismo ha buttato sale su ferite intergenerazionali, sociali e di immigrazione.

NCS Gino, Non Ci Siamo.

Offline Jin · Oh

  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 9340
  • Sesso: Maschio
  • ♪__The Lunatic Is__♪ ♪___In My Head___♪
Re:Gilet Gialli
« Risposta #13 il: Dicembre 15, 2018, 10:50:25 »
 Se la metti sull'aneddottica per spiegare le economie dei paesi posso risponderti usando l'aneddottica anche io, ma sarebbe meglio tirare fuori qualche dato concreto. Comunque sia, la Norvegia ha il petrolio? E' una cazzo di risorsa territoriale come ognuna ha le sue, aveva il petrolio pure negli anni '80 eppure facevamo più PIL noi di loro. Un anno a caso, 1986: https://countryeconomy.com/gdp/italy?year=1986 9.5% NOVE VIRGOLA CINQUE, quando cazzo hai più visto sti numeri, loro facevano 5.6 https://countryeconomy.com/gdp/norway?year=1985 e non è che non avessero il petrolio. E cmq la Norvegia non risulta proprio che abbia subito particolari flessioni nell'ultimo decennio, nel 2010 aveva il secondo PIL più alto al mondo e nel 2015 è stato nominato paese con il più alto indice di sviluppo umano.

La Svezia sarebbe un "posto di merda con tre gatti che nessuno ci vuole vivere"?



Non so se hai presente le svedesi



"Rimbalzano l'immigrazione" : tu suppongo non sappia nulla dei casi di Malmo, del fatto che la Svezia prima di assumere un atteggiamento più intollerante è stato un modello di accoglienza per anni, poi non si capisce bene cosa c'entri l'essere contro l'immigrazione con l'appoggio all'eurozona, in Italia non mi sembra che abbiamo una visione tanto più tollerante. Visto che parliamo di aneddoti, io negli ultimi anni sono stato spesso a Lugano, i Flixbus erano sempre pieni al 90% di neri che andavano a Ginevra, l'europa del nord ne accoglie tantissimi, non ci siamo solo noi. Poi anche qui non si capisce bene, la Francia ha un passato di integrazione molto precedente all'Italia ma li ha rimbalzati con Macron e quando Salvini si è permesso di fare la stessa cosa è stato insultato dai francesi.

Ungheria: ci vado spesso perchè mio padre abita e lavora lì da 25 anni. Io non dico che sia rose e fiori (in particolare, l'architettura è ancora molto legata al periodo pre muro, quindi non modernizzano le strutture e non riqualificano i quartieri in decadenza) però ti faccio notare che 1) Orban ha vinto tre elezioni consecutive, quindi evidentemente tanto schifo al paese non fa 2) il tasso di disoccupazione è passato dal 12 al 2% negli ultimi 10 anni, significa che non lavora solo chi non vuole. Mio padre qui avrebbe chiuso, laggiù non ha mai un momento di calo del lavoro, anzi, ha solo continuato ad espandere l'azienda. Adesso ti dico le altre misure di Orban che ti sei perso:
innalzamento delle pensioni minime, taglio dei costi dell’energia, aumento del salario minimo e agevolazioni fiscali per le coppie con più di due figli o che debbano comprare la loro prima casa. Misure giuste o sbagliate che fossero, Orban ha potuto farle liberamente, non ha dovuto chiedere il permesso a nessuno e ne pagherà direttamente le conseguenze, nel bene o nel male. Soprattutto, se qualcosa andasse male, sarà sempre in tempo a fare manovre correttive, again senza dover chiedere il permesso di sforare o di quanto e come spendere a chicchessia. L'economia di uno stato dovrebbe essere anticiclica, cioè se le cose vanno male bisogna fare espansione per aumentare la domanda aggregata, come diceva Keynes. Il problema dell'eurozona è che costringe gli Stati a fare economia prociclica, cioè a risparmiare quando le cose vanno male, come farebbe un privato appunto.


L'UK comunque ha toccato il record di occupazione pochi mesi fa, quindi anche qui gli aneddoti stanno a zero:
http://www.finanza.com/Finanza/Notizie_Mondo/Inghilterra/notizia/Gran_Bretagna_occupazione_a_livelli_record-493658
« Ultima modifica: Dicembre 15, 2018, 10:54:13 da Jin · Oh »
Il post soprascritto potrebbe non lasciare spazio ad altre argomentazioni.
-

Offline Master

  • Global Moderator
  • Nabe Member
  • *****
  • Post: 6396
  • Sesso: Maschio
Re:Gilet Gialli
« Risposta #14 il: Dicembre 16, 2018, 02:42:51 »
UK appena diventa esecutivo la Brexit, perderanno l'8% del pil e andranno in recessione.

Il punto è semplicissimo: una volta "eravamo ricchi" perché ci compravamo la merda italiana. Invece di IBM ci compravamo Olivetti, che aveva prezzi accessibili in lire. Però se dovevi comprare IBM, pisciavi sangue.
Al giorno d'oggi, visto che siamo uno stato che non produce un cazzo, compriamo tutto all'estero (sì, produciamo vestiti e cibo; sticazzi).
Se uscissimo dall'Euro, seguendo il "sogno sovranista", ci troveremmo a dover spendere un'annualità per comprare un pc nuovo.
Oppure dovremmo aspettare il Facchinetti nazionale con i suoi smartphone a rivoluzionare il mercato interno.

Ma dai.
Siamo con le pezze al culo e quello che ci ha salvato, ad oggi, è proprio essere nell'eurozona.